SeismoCloud

sistema di allerta terremoti

SeismoCloud è un interessante progetto sperimentale in crowdsourcing il cui scopo è di rilevare i terremoti utilizzando semplici tecnologie.
L'obiettivo è di avvisare le persone residenti nelle zone coinvolte dal sisma entro pochi secondi dal verificarsi della scossa all'epicentro,
quindi, in molti casi, ancora prima che il sisma li raggiunga.

Il progetto è implementato dal Dipartimento di Informatica dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza"
e dalla sezione Sismologia e Tettonofisica dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

La rete funziona grazie a due tipi di sismometro: uno fisso da collegare alla propria rete internet di casa,
e l'altro mobile (pienamente operativo anche senza il dispositivo fisso) costituito da un’app (gratuita) per smartphone.
Grazie ai suoi sensori, ogni smartphone o tablet è in grado di rilevare autonomamente vibrazioni mentre è in stand-by.

Chiunque può aderire al progetto senza vincoli e a costo zero.
Più è vasta la rete di dispositivi connessi, più precisa sarà la rilevazione dei terremoti.
Maggiore è la quantità di dispositivi in una determinata zona e ragionevolmente affidabile sarà l'avvertimento.

visita il sito per saperne di più

La rete di 'EARLY WARNING' per essere efficace deve essere composta da un elevato numero di dispositivi che partecipano alla rilevazione:
Se più sismometri della zona dell'epicentro rilevano una vibrazione nello stesso istante, significa che è in atto una scossa di terremoto.
Questa verrà registrata nella rete e invierà un'allerta immediata, mediante notifica sugli smartphone sui quali è installata l'app SeismoCloud.





realizzazione seismometro fisso
programmazione e installazione
nodeMPU esp8266+mpu6050

In parallelo, il progetto SISMOHAM, con possibilità di interfacciamento con il mondo radioamatoriale,
è stato pensato per acquisire, tramite l’utilizzo dello strumento realizzato con HW Theremino ed il SW Dolfrang,
informazioni relative ad eventi sismici che si manifestano con una magnitudo superiore a 4.0.
Le stazioni sismiche che rilevano il terremoto, inviano i dati acquisiti tramite la rete internet ad un MASTER (Master Server)
che ne analizza i dati ricevuti e riporterà come OUTPUT i dati registrati dalla sola stazione più limitrofa all'evento sismico.
L’output che contiene i dati relativi al terremoto, verrà trasmesso al server IPSC2-ITALIA (DMRplus)
che lo invierà, tramite SMS ALERT, a tutte le radio collegate tramite ponte ripetitore digitale.

Design

Scegli stile...

Unità

Lingua



Icone


Temperatura

Umidità

Pressione

Velocità del vento

Raffica di vento

Precipitazioni

Radiazione solare

Neve

Temperatura precepita

Punto di rugiada

INDICE UV

Visibilità

Base nuvolosa

Evapotraspirazione

Temperatura interna

Umidità interna


Alba

Tramonto

Alba lunare

Tramonto lunare

Time

Menu

Dal

Al

Schermo intero

Esporta come immagine

Impostazioni

Homepage

Webcam

Tabella

Grafico

Mappa

Costante

Aumento

Diminuzione

Avviso

Latitudine

Longitudine

Cronologia

Eclissi solare

Eclissi di luna

GPS

Elevazione

Giorno

Mese

Anno

Alta temperatura

Bassa temperatura

Giorno

Notte

Primavera

Estate

Autunno

Inverno

seismocloud è un interessante progetto sperimentale in crowdsourcing il cui scopo è di rilevare i terremoti utilizzando semplici tecnologie. l'obiettivo è di avvisare le persone residenti nelle zone coinvolte dal sisma entro pochi secondi dal verificarsi della scossa all'epicentro, in molti casi, ancora prima che il sisma li raggiunga. la rete di 'early warning' per essere efficace deve essere composta da un elevato numero di dispositivi che partecipano alla rilevazione